Come risparmiare facendo la spesa? Una delle spese maggiori nel bilancio famigliare oltre al mutuo o all’affitto è la spesa alimentare.

Un costo sostenuto giornalmente da tutte le famiglie:  pasta, pane, uova, latte, farina sono prodotti a cui non si può rinunciare e complice la crisi, la caccia alle offerte e promozioni è sempre aperta.

Anche se i prezzi dei prodotti alimentari sono in calo si può migliorare e arrivare a risparmiare qualche migliaio di euro sulla spesa.

Altroconsumo ha rivelato 1.002.269 prezzi in 922 punti vendita di 67 città italiane per tracciare la mappa del risparmio, stilando così diverse classifiche che riproducono diversi comportamenti di spesa degli italiani.

Esselunga è la prima insegna di supermercati per i prodotti economici, ma ottiene risultati ottimi anche sui prodotti di marca.

Ipersimply è tra le prime insegne per i prodotti a marchio commerciale, seguono Ipercoop, Conad ipermercato e Bennet.

Se si aspira a riempire il carrello con i prodotti più economici i discount si confermano il posto giusto.

La spesa media di una famiglia italiana che frequenta questi supermercati costa poco più di 2.900 euro, cioè meno della metà della spesa misurata dall’Istat: un risparmio di oltre 3.000 euro all’anno.

Anche questo 2016  è Eurospin l’insegna migliore d’Italia per risparmiare facendo la spesa.

 

Fonte: Altroconsumo

L’articolo Consumi: ecco dove conviene fare la spesa e risparmiare fino al 50% sembra essere il primo su Wall Street Italia.


0 commenti

Lascia un commento