Categories
Editoriale

Fuga di cervelli? Stranieri che investono in Italia ne approfittano

Fuga di cervelli? Stranieri che investono in Italia ne approfittano
Acquistare una casa, aprire una propria attività oppure acquistare unauto: sono questi i desideri degli stranieri che vivono in Italia e risparmiano. Lo dice unindagine realizzata dal Museo del Risparmio di Torino in collaborazione con Ipsos nel corso del 2018, sulla base di un campione rappresentativo per provenienza, permanenza nel paese (da 3 tra a 10 anni), titolo di studio, occupazione e genere. Gli stranieri intervistati sono immigrati economici residenti in Italia, per i quali la gestione del denaro e del risparmio è un aspetto doppiamente importante al fine di essere cittadini attivi e per gli obiettivi che si sono dati nel lasciare i paesi d’origine. Dalla ricerca emerge che se il 37% degli italiani ha unadeguata educazione finanziaria, il 31% degli stranieri che vivono nel nostro paese fa altrettanto e ben un nuovo italiano su due riesce a mettere da parte qualcosa. Il 49% degli intervistati riesce a risparmiare e il 21% mette da parte più di un quinto di quanto guadagna. I cinesi le più formiche, seguiti dalle persone provenienti dallEst Europa e dal Sud America. Il 77% di questi con il denaro risparmiato vorrebbe realizzare un sogno nel cassetto, come acquistare casa (40)%, aprire unattività nel nostro paese (26%) fino a chi vorrebbe acquistare unauto (22%). C’è poi chi vorrebbe investire nel paese di origine, acquistando casa (34%), oppure mettersi in proprio (17%). Quali sono i prodotti e servizi finanziari più usati in Italia? Soprattutto le carte prepagate, qualche volta prestiti e mutui, mai però assicurazioni o strumenti di previdenza.
L’articolo Fuga di cervelli? Stranieri che investono in Italia ne approfittano sembra essere il primo su Wall Street Italia.