DocSF

DocSF

Did You Know?

You can create any type of product documentation with Docy

Aste fanno il pieno: perché i BoT fanno gola agli investitori

Aste fanno il pieno: perché i BoT fanno gola agli investitori
La notizia bomba ha inflitto un duro colpo alla fiducia nel settore bancario italiano: la Vigilanza bancaria della Bce avrebbe inviato a dicembre a tutti gli istituti di credito italiani missive con l’invito ad alzare progressivamente le svalutazioni sui crediti deteriorati.
Nel dettaglio Francoforte ha chiesto ai maggiori istituti europei di aumentare al 100% le copertura sugli npl esistenti a marzo 2018 entro (mediamente) il 2026. Ma le banche assicurano che non cè nessun allarme e anche gli investitori non sembrano preoccupati più di tanto almeno per il momento. La riprova arriva dall’andamento dei BoT a 12 mesi che – scrive il quotidiano di Confindustria – nelle ultime giornate stanno andando a ruba, sia sul primario quanto sul secondario.
La settimana scorsa l’asta di titoli di Stato italiani con scadenza a un anno ha fatto il pieno: nel dettaglio sono stati venduti BoT per un controvalore di 7 miliardi (il massimo della forchetta) a fronte di una domanda molto più ampia (10,7 miliardi) e con un tasso allo 0,285%, in evidente calo rispetto allo 0,376% dell’asta di dicembre e ancora di più rispetto allo 0,63% “battuto” a novembre.
Perché i titoli di Stato italiani a breve scadenza stanno performando così bene, attirando l’interesse degli investitori? Due sono i motivi e uno riguarda le banche l’altro l’uscita dall’euro.
“I forti movimenti sui BoT delle ultime settimane indicano chiaramente che le banche si stanno preparando a una nuova asta Ltro o Tltro della Bce – spiega Massimo Saitta, direttore investimenti di Intermonte advisory e gestione -. Sono infatti soprattutto le banche, sia italiane che europee, a comprarli”.
Condizione affinché le banche partecipino ai prestiti è consegnare dei titoli come garanzia, i BoT appunto.
Un altro vantaggio dei BoT fino a 12 mesi è che nono sono soggetti a eventuale ridenominazione – continua Saitta -. Ovvero in caso di uscita dall’euro non sarebbero convertiti in altra valuta.
L’articolo Aste fanno il pieno: perché i BoT fanno gola agli investitori sembra essere il primo su Wall Street Italia.

Related Post

È ufficiale: Pil cinese frena nel 2018, mai

È ufficiale: Pil cinese frena nel 2018, mai così male...

Azimut, Escalona entra nella rete come vicepr

Azimut, Escalona entra nella rete come vicepresidente d...

Cosa fare se si perde il Certificato di propr

Se abbiamo perso il certificato di proprietà dell’au...