WordPress è un CMS ovvero un sistema informatico, il cui acronimo è Content Management System, per la gestione dei contenuti di un sito web.

Come tutte le cose ci sono le persone che amano wordpress e quelle che lo odiano.

Sviluppatori che disprezzano e altri che apprezzano.

Io solitamente dico questo se cerchi un ristorante e ti trovi davanti a due attività di ristorazione per esempio cucina a base di pesce e la prima attività è vuota e la seconda è zeppa, sicuramente mi devo porre la domanda: “come mai?”

Due solo le possibilità o quello vuoto è scarso o costa una cifra, di conseguenza quello pieno o è ottimo o ti regalano da mangiare.

Lo stesso vale a dire per WordPress. Quasi il 30% del web utilizza WordPress. Motivo?

E’ semplice, immediato, intuitivo, gratuito e sopratutto fa bene quello per cui è stato sviluppato.

Non esiste il CMS perfetto e anche WordPress non è perfetto però è un sistema ben fatto e funzionale. Perché non usarlo? Perché non usarlo sopratutto se quasi il 30% del web lo usa?

O il 30% del web non capisce una sega o probabilmente lo strumento è valido, anche se non perfetto!

Onestamente nella mia carriera ho usato diversi CMS, gratuiti, a pagamento, in Java, in PHP, in linguaggi proprietari, ma tutti questi CMS li trovo incompleti. WordPress  grazie alla sua community, grazie alla sua potenzialità si presta a qualsiasi tipologia di sito web. Non solo blog, ma anche e-commerce, siti aziendali, siti corporate, portali, intranet etc…

Un errore che spesso si fà è quello di dire: “può usarlo anche mio figlio o mio nipote”!

Sapete anche io so tinteggiare le mura di casa mia, ma provate a vedere come vengono se tinteggiate da un vero imbianchino.